I SARDI CARLO LICHERI E GIULIA MAGDA MARTINEZ TRA I FINALISTI DI CORTINAMETRAGGIO

Vai ai contenuti

I SARDI CARLO LICHERI E GIULIA MAGDA MARTINEZ TRA I FINALISTI DI CORTINAMETRAGGIO

RADIO INTERNAZIONALE COSTA SMERALDA
Pubblicato da Maria pintore in Cinema · 20 Marzo 2021
CON I CORTI “L’ULTIMA HABANERA” E  “L’ULTIMO FASCISTA”
I sardi Carlo Licheri e Giulia Magda Martinez sono tra i finalisti di Cortinametraggio, diretto da Maddalena Mayneri. La XVI edizione si svolgerà dal 22 al 28 marzo 2021 completamente online per il pubblico da casa che potrà vedere i corti in concorso in streaming su MYmovies.it. Dirette live giornaliere andranno in onda grazie a MYmovies e CanaleEuropa.tv, strisce quotidiane sul web riprese dai vari canali social di Cortinametraggio e MYmovies. Il pubblico potrà interagire in diretta facendo domande in chat.
Il corto in concorso di Carlo Licheri si intitola L’ultima habanera. All’interno di una radio cagliaritana sita in un rifugio antiaereo, le vicende sentimentali di Ciccio e Bruna, annunciatore e attrice radiofonica, creano scompiglio durante le regolari trasmissioni, il giorno in cui viene annunciata la fine della Seconda Guerra Mondiale. Nel cast Enrica Mura, Stefano Cancellu, Diego Pani, Giaime Mannias, Federico Saba, Marco Bisi.
Carlo Licheri è un regista e sceneggiatore, vive e lavora a Cagliari. Laureato in Scienze Politiche, intraprende poi studi di sceneggiatura e regia, teatrale e cinematografica, presso la Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi” di Milano e “Tracce Snc” di Roma. Dirige i cortometraggi documentari Storie di Migrantes (2016, assieme al giornalista Alessandro Aramu) e Sono Schizzato (2019).
Il corto in concorso di Giulia Magda Martinez si intitola L’ultimo fascista e vede nel cast Vincenzo Nemolato, Daniele Mariani, Alberto Paradossi, la stessa Giulia Magda Martinez, Andrea Franceschi, Carlo Franceschi, Alessandro Lubello. Girato durante i mesi di lockdown, racconta come terribili pandemie possano giungere da pipistrelli o pangolini, ma la peggiore, la più micidiale, è quella generata dalle menti di un'umanità che ha perso il senso di sé.
Giulia Magda Martinez dopo il diploma si trasferisce a Pisa, dove si laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione. Nel 2017 vince la menzione speciale al Premio Solinas per la sceneggiatura del lungometraggio Tutte le storie sono Ninnenanne. Un anno dopo si diploma in Sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dove scrive diversi cortometraggi tra cui: Fino alla fine, presentato alla 33esima edizione della Settimana Internazionale della Critica (SIC) del Festival di Venezia e scelto nella cinquina finale dei Globi d'Oro 2019 e Il nostro tempo, presentato alla 34esima edizione della SIC di Venezia e selezionato nella cinquina finale dei David di Donatello 2020. Nel 2019 scrive la sceneggiatura dello spettacolo teatrale Insopportabilmente Donna, di e con Tess Masazza. Recentemente sono finite le riprese del lungometraggio Koza Nostra diretto da Giovanni Dota e prodotto da Pepito Produzioni, Rai Cinema e Film UA, di cui ha scritto la sceneggiatura. L’ultimo fascista è il suo primo cortometraggio da regista.



Torna ai contenuti